Le mie donazioni

0 articoli.

Search Site

INFORMATI SUL CANCRO

 

1. Cos'è il cancro?

Con il termine cancro di possono definire almeno un centinaio di malattie, spesso molto differenti  tra loro e  in cui cellule anormali si dividono e si moltiplicano senza controllo.

 
Le cellule tumorali possono diffondersi in altre parti del corpo attraverso il sangue ed il sistema linfatico invadendo cosi' anche i tessuti vicini.

 

Ecco i terrmini più comuni con cui vengono identificati i principali tipi di cancro:

 

  • Carcinoma:  cancro che ha origine dai tessuti epiteliali come la pelle o i tessuti che ricoprono gli organi interni.

 

  • Sarcoma:  cancro che ouò avere origine dall’osso, dalla cartilagine, dal grasso, dai muscoli, e dai vasi sanguigni, oppure dal tessuto connettivo o di sostegno.

 

  • Leucemia: cancro che ha origine dalle cellule che generano il sangue, come ad esempio il midollo osseo.

 

  • Linfoma e mieloma multiplo:  tipidi cancro che hanno origine dalle cellule del sistema immunitario. 

 

  • Tumori del sistema nervoso centrale: tumori che hanno originie a partire dalle dalle cellule del cervello e del midollo spinale.

 

Torna su

 

2. Che cos'è che fa venire il cancro?

Spesso i medici non possono spiegare il motivo per cui il cancro si sviluppi in una determinata persona, la ricerca dimostra comunque che vi sono alcuni fattori di rischio che possono aumentare la probabilità che una persona sviluppi il un tumore.


Di seguito i più comuni fattori di rischio per l'insorgenza del cancro:

 

  • L’età avanzata
  • Tabacco
  • La luce del sole
  • Radiazioni ionizzanti
  • Alcune sostanze chimiche
  • Alcuni virus e batteri
  • Alcuni ormoni
  • Storia familiare di cancro
  • Alcool  
  • Cattiva alimentazione, mancanza di attività fisica, o il sovrappeso

 

Alcuni di questi fattori, come la familiarità, non possone essere evitati.

Molti di questi fattori di rischio, invece,  possono essere evitati:

per proteggersi dal cancro è necessario evitare quando possibile tutti i fattori di rischio noti.


Se si pensa di essere un soggetto a rischio per l’insorgenza di un tumore, è bene parlarne con il proprio medico perchè spesso, facendo opportuni controlli mirati, è possibile ridurre il rischio di insogenza del cancro oltre che abbassarne considerevolmento il tasso di mortalità.

Quando si pensa al cancro è assolutamente necessario tenere a mente alcune cose:

  • Tutto ciò che non provoca il cancro.
  • Il cancro non è causato da urti o lividi.
  • Il cancro non è contagioso. Anche se infezione causate da alcuni virus o batteri possono aumentare il rischio di alcuni tipi di cancro, nessuno può contrarre il cancro da un’altra persona.
  • Avere uno o più fattori di rischio non significa che ci si ammalerà di cancro. La maggior parte delle persone che hanno fattori di rischio può non sviluppare il cancro.
  • Alcune persone sono più sensibili di altri ai fattori di rischio noti.

 

come prevenire l'insorgenza del cancro? rivolgiti a noi >>

 

Torna su

 

3. Cos'è lo screening?

Alcuni tumori possono essere diagnosticati prima che generino sintomi.

Gli esami specifici effettuati per la ricerca di un tumore che non da sintomi, o per la ricerca di determinati fattori che possano evolversi in un tumore, si chiamano esami di screening.

Grazie allo screening i medici possono trovare e curare alcuni tipi di tumori in fase iniziale.

La cura del cancro, in linea di massima, è più efficace quando la malattia viene diagnosticata precocemente.
I test di screening sono ampiamente utilizzati per la diagnosi precoce dei seguenti tumori:


Mammella: la mammografia è il miglior strumento attualmente disponibile per la diagnosi precoce del cancro al seno. Una mammografia è una radiografia del seno. Nelle donne dopo i quarant’anni è utile una mammografia ogni 2-3 anni.
Le donne con fattori di rischio, ovvero con una familiarità al tumore al seno, è bene che parlino con il loro medico di questo problema per eseguire eventualmente una mammografia prima dei quarant’anni e contestualmente stabilire con quale frequenza farla.
 

Cervice uterina: Il Pap test (test di Papanicolau) viene utilizzato per controllare le cellule del collo dell’utero. Il medico preleva tramite una spatolina un campione di cellule dalla cervice uterina. Successivamente tali cellule vengono analizzate in laboratorio.
L’analisi ci dice se vi sono cellule tumorali o se vi sono cellule che stanno trasformandosi in cellule tumorali, (compresi i cambiamenti causati da papillomavirus umano, il più importante fattore di rischio per il cancro della cervice uterina).
E’ bene cominciare a fare un Pap test dopo l’inizio dell’attività sessuale o quando si raggiungono i 21 anni. La maggior parte delle donne dovrebbe fare un Pap-test almeno una volta ogni 3 anni.

 

Colon e retto: una serie di test di screening sono impiegati per rilevare tumori, polipi, o altre malattie del colon e del retto. Sono candidati a tale esame le persone anziane o con più di cinquant’anni. Coloro con una storia familiare di tumore del colon o del retto è ben che ne parlino con il loro medico per eseguire precocemente tali esami.
Può essere utile la ricerca del sangue occulto nelle feci, a volte il tumore del retto o i polipi possono sanguinare, tale test è in grado di rilevare piccolissime quantità di sangue nelle feci:
 

Retto-sigmoidoscopia: Il medico controlla l’interno del retto e la parte inferiore del colon con uno strumento collegato ad una telecamera chiamato sigmoidoscopio. Il medico può rimuovere i polipi di solito mediante tale strumento.
 

Colonscopia: Il medico esamina retto e colon, è possibile rimuove piccoli polipi mediante tale strumento.
 

Clisma opaco con doppio contrasto e clistere di bario: mediante più radiografie si esamina la parete del colon e del retto, è necessario insufflare aria nell’intestino per migliorare la qualità delle immagini.
 

Esplorazione rettale mediante un dito: è un esame che dovrebbe essere la routine, tramite un guanto lubrificato il medico inserisce un dito nell’ano del paziente, è possibile diagnosticare i tumori dell’ano, del retto basso e della prostata.

Potreste aver sentito parlare di altri test. Al momento non sappiamo se questi test sono in grado di diagnosticare precocemente la presenza di un tumore. Il medico deve considerare molti fattori prima di consigliare un test di screening, è importante valutare lo stato di salute generale, l’età, la storia familiare, l’anamnesi e lo stile di vita.

La decisione di essere sottoposti ad un test di screening, come molte altre decisioni mediche, è personale. Ogni persona dovrebbe decidere dopo essere stata messa a conoscenza dei pro e dei contro di un test di screening.

 

Torna su

 

4. Quali sono i sintomi più comuni che può dare un tumore

Ecco alcuni tra i più comuni sintomi che possone essere causati da un tumore:

  • Un nodulo o un ispessimento del seno o di qualsiasi altra parte del corpo.
  • Un nuovo neo o un cambiamento di un neo esistente.
  • Una piaga che non guarisce.
  • Raucedine o abbassamento di voce persistente.
  • Cambiamenti nella abitudini intestinali o vescicali.
  • Disturbi gastrici dopo aver mangiato.
  • Difficoltà a deglutire.
  • Aumento o perdita di peso senza alcun motivo conosciuto.
  • Sanguinamento inusuale dalla vagina o presenza di sangue nelle feci.
  • Sensazione di debolezza oppure sentirsi molto stanco.

Nella maggior parte dei casi, questi sintomi non sono dovuti ad un tumore però è bene rivolgersi al proprio medico.


Di solito, la diagnosi precoce del cancro non provoca dolore. Se si è in presenza di sintomi è meglio non aspettare di sentire il dolore prima di rivolgersi ad un medico.


Torna su

 

5. Quali sono i servizi offerti da LILT Biella per la prevenzione ai tumori?

I servizi ambulatoriali di LILT Biella sono gratuiti, scoprili ora:

Ambulatorio dietologico e dieto-oncologico >>

Ambulatorio dermatologico >>

Ambulatorio senologico >>

Ambulatorio urologico >>

Ambulatorio medico di agopuntura per pazienti oncologici >>

Ambulatorio prevenzione diabete >>

 

 

 

 

Torna su